Archivi tag: Integratori

E voi vi fate ancora sorprendere dagli ormoni?!

Ogni donna attraversa dei periodi delicati nella sua vita, il ciclo mestruale, la gravidanza e più tardi la menopausa. Ogni età ha le sue caratteristiche, quindi perchè non aiutare il nostro corpo assumendo quelle sostanze che possono supportarci nelle sfide quotidiane!

COSA CI FA BENE?

La radice di Shatavari ricavata dell’asparago indiano (asparagus racemosus) e consigliata soprattutto – ma non solo – come sostegno naturale per il potenziamento della fecondità femminile.

I semi del lino sono noti anche per le loro proprietà idratanti e nutrienti, un prezioso contributo per la salute dell’intero organismo e un valido aiuto per il corretto funzionamento del  sistema immunitario.

Il ferro che contribuisce a ridurre stanchezza e affaticamento.

La damiana indicata come rimedio afrodisiaco, tonico e stimolante neuromuscolare.

Il Picnogelo conosciuto per le sue proprietà antiossidanti e antiinfiamatori.

e ancora

Circondarci di gente positiva scritto quaisi alla fine del nostro elenco ma forse èuno degli ingredienti principali, assieme a qualche camminata e un pò di attività fisica.

Per maggiori informazioni o consigli:

Problemi di digestione, pesantezza, flatulenza, nausea?

Sempre più frequentemente le mie conoscenze si lamentano di problemi legati all’apparato digerente, di certo le abitudini alimentari non aiutano e di sicuro questa sensazione di pesantezza a lungo andare può diventare davvero fastidiosa.
Ora potrei stare qui a dilungarmi su una quantità infinita di fattori che possono portare a questa situazione, ma non essendo un medico vi dirò quali piante possono invece aiutarvi a superare questa condizione:

  • La Genziana, oltre ad essere un’erba antichissima, è famosa per le spiccate proprietà digestive, diuretiche, tonificanti, antibiotiche e carminative che hanno le sue radici
  • il Carciofo che stimola la produzione e l’espulsione della bile facilitando la digestione dei grassi e svolgendo nel contempo un’azione protettrice nei confronti del fegato
  • Il cardio mariano noto per depurare il fegato e rigenerare la funzionalità epatica
  • Papaya ideale per depurare l’organismo, per ricaricarsi di energie e per facilitare la digestione
  • Il tarassaco, detto anche dente di cane o leone è ricco di vitamine e minerali ed è un ottimo depurativo e diuretico

Se volete approfondire la scheda prodotto di cui Vi ho parlato scrivetemi pure!

Se non riesci a rilassarti affidati alle erbe!

Non molto tempo fa, precisamente durante il primo “lockdown” lo stress e l’ansia mi hanno causato una tensione tale da impedirmi di dormire bene, quando ne parlai con una mia amica lei mi mi confessò di soffrire dello stesso problema e mi raccomandò l’uso di alcune gocce prescrittele dal suo medico!!

Un farmaco per dormire? MA ANCHE NO!!!

Ero convinta allora come adesso che in natura avrei poturo trovare la soluzione a questo problema e cosi è stato!

Piante ad azione Anti Stress:

  1. Il fiore della passione ha proprietà calmanti e sedative, oltre ad alleviare i dolori mestruali.
  2. Le foglie di melissa, ricche di olio essenziale sono impiegate negli stati d’ansia con somatizzazioni a carico del sistema gastroenterico.
  3. il Luppolo è spesso impiegato come rimedio per il trattamento di disturbi quali stati d’ansia, nervosismo e insonnia.
  4. Nelle foglie e nei fiori di tiglio sono presenti flavonoidi, cumarine, oli essenziali, mucillaggini, tannini e zuccheri e sono utilizzate in fitoterapia per combattere l’insonnia, tachicardia, nervosismo e mal di testa, dovuto a stati d’ansia e di stress, perché svolgono azione rilassante sul sistema circolatorio

Non ho voluto elencare qui tutte le piante ad azione rilassante, quelle citate vi saranno sufficienti a preparare una buona tisana; perché non ci provate, io aspetto di sapere com’è andata!

Maggiori Info

L’importanza dell’equilibrio acido-basico!

L’ equilibrio biochimico è vitale per il nostro organismo. Alcuni liquidi del nostro corpo sono acidi (succo gastrico, secrezioni vaginali), altri sono leggermente basici (saliva, sangue, linfa) ed una semplice discrepanza tra questo equilibrio può essere all’origine di numerose malattie.

Ora sappiate che il nostro stile di vita spesse frenetico, ma anche i cibi che predilegiamo, cosi come fumo di sigaretta, la poca attività fisica, l’ alcool…, fa pendere l’ago della bilancia verso l’acidificazione, e anni di questa acidificazione producono effetti quali stanchezza, ridotta efficienza, osteoporosi, problemi legati alla digestione, carie dentali, difese immunitarie basse, aumento dei radicali liberi, un disastro, credetemi.

Misurando il valore del pH dell’urina previa prescrizione del medico di base potete verificare voi stessi il grado di iperacidificazione che avete accumulato.

Ecco ora un elenco utile a capire quali alimenti siano basici, neutri o acidi.

Alimenti alcalinizzanti:

  • frutta e verdura
  • patate e zucca
  • insalata in foglia
  • semi germogliati

Alimenti neutri o quasi neutri:

  • olio d’oliva
  • acqua minerale
  • tè alle erbe non zuccherato

Alimenti acidificanti:

  • carne
  • pesce
  • uova
  • cereali
  • formaggio

Noterete anche Voi come come la nostra alimentazione sia ricca di cibi che vanno ad acidificare il sangue

Contattami per maggiori informazioni.

Ritroviamo il buonumore con i cibi giusti.

A chi non capita di essere di cattivo umore? A volte sappiamo benissimo perchè, altre volte non riusciamo a definirlo, sentiamo solo un forte malessere che non riusciamo a spiegare…

I motivi veramente possono essere tanti, dalla semplice fame perchè non si è avuto tempo di mangiare, al nostro capo con le sue continue e inutili richieste, la collega di lavoro che proprio non ci va giù, il tempo un pò cosi….di ragioni ce ne possono essere davvero tantissime. Quelle che non sapete è che esiste un rimedio! IL CIBO.

  • Bacche di Schisandra tra le svariatè proprietà quali il potere antiossidante, permettono all’organismo di resistere meglio allo stress e ai sovraccarichi emotivi.
  • Radice di Ashwagandha abbassa i livelli di tribulina nel cervello, stabilizzando l’umore.
    La sua azione è stata paragonata a quella dei medicinali più noti, si è infatti dimostrato che l’assunzione di un estratto titolato della pianta produce effetti ansiolitici simili a quelli del Lorazepam nonché effetti antidepressivi identici a quelli dell’imipramina. Tuttavia, va bene affermare che a differenza di alcuni sonniferi o ansiolitici presenti sul mercato, che possono provocare amnesia o dipendenza, l’ashwagandha non presenta questi effetti collaterali. La pianta, con le sue proprietà rilassanti e calmanti, favorisce un sonno ristoratore e di conseguenza una ritrovata vitalità durante il giorno.
  • Niacina comunemente conosciuta come vitamina B3 potenzia la memoria e sembra essere anche efficace nel trattamento dell’ ansia.
  • Magnesio utile per favorire il rilassamento psicofisico e accompagnarci verso un sonno ristoratore e soddisfacente,ma non solo, coinvolto infatti in centinaia di reazioni biologiche dell’organismo, il magnesio è considerato un nutriente indispensabile e di grande sostegno in tutte le situazioni che mettono a dura prova il sistema nervoso.
  • Grano saraceno con le sue vitamine B1, B6 e B12 contribuisce alla normale funzione del sistema nervoso anche in presenza di situazioni di grande stress.
  • Zafferano agisce sul sistema nervoso con effetti positivi sull’umore, inoltre, udite, udite il suo consumo è capace di ridurre gli sbalzi di umore tipici del periodo pre-mestruale nelle donne.

E ora dove possiamo trovare le Radice di Ashwagandha oppure la Radice di Ashwagandha? Non temete, la soluzione c’è.

Come vanno assunti gli integratori?

Seguire un’alimentazione corretta è davvero sufficiente? Purtroppo più spesso di quanto non pensiate e nonostante tutto l’impegno che ci si possa mettere con la semplice alimentazione non si riesce a fornire all’ organismo tutti i nutrienti di cui avrebbe bisogno, questo a causa di diversi fattori quali l’età, la stato di salute, ma anche lo stesso apparato digerente non abbastanza preparato ad assimilare certi micronutrienti.

Quando ci sentiamo stanchi ci dicono ad esempio di assumere magnesio e potassio vero? ora siate onesti! quanti di voi ottengono i risultati sperati?

Se ne deduce che il nostro organismo non è pronto, non assimila più certe sostanze così come dovrebbe, e abbiamo noi il compito di preparararlo e renderlo capace di accogliere le nuove sostanze (integratori) affinché abbiano davvero l’effetto desiderato.

Ma anche preparare il corpo non basta, quando scegliamo un integratore infatti dobbiamo puntare sempre alla sua biodisponibilitá. Non fate come me, io puntavo sul prezzo, capisco che il prezzo sia un aspetto importante, ma spesso un prezzo troppo basso indica anche una poca cura nella formulazione del prodotto, nella sinergia dei suoi ingredienti e sopratutto nella sua biodisponibilitá.

MA CHE COSA SIGNIFICA “BIODISPONIBILE”?

La biodisponibilità rappresenta la velocità con cui una sostanza, come un farmaco, un nutriente o un integratore appunto, viene assorbita da un essere vivente; si tratta di un parametro che evidenzia un aspetto importante quando si valuta l’efficacia di un prodotto.

In conclusione

non basta assumere un integratore se la sua biodisponibilitá non è tale da permettergli di essere davvero assimilato dal nostro organismo, ma allo stesso modo anche noi dobbiamo fare la nostra parte rendendo il nostro organismo capace di assimilare determinate sostanze.

Il mio consiglio?

Iniziate dal vostro intestino, preparatelo e pulitelo di modo che sia in grado di assimilare i micronutrienti derivati dagli integratori, e scegliete con cura a seconda del vostro bisogno.

Per prepararvi al meglio sicuramente ci può aiutare un’alimentazione ricca di fibre, io personalmente sono molto attenta alla mia alimentazione, ma due volte all’anno faccio comunque una vera e propria “cura” di fibre, di cui purtroppo, la nostra alimentazione è spesso carente.

Boswella e Curcuma: antinfiammatori naturali.

La Boswella è impiegata con successo nel trattamento dell’artrite. Consigliata nel trattamento di infezioni locali e disturbi degenerativi delle articolazioni, ma anche dolori muscolari, artrosi, reumatismi, infiammazione dei tessuti molli.
La Curcuma ben più nota è in grado di comportarsi come un ottimo antinfiammatorio, agendo sugli enzimi implicati nelle reazioni infiammatorie riducendone la risposta.

L’aspetto interessante è che, nate vicine, queste piante sono ancor oggi utilizzate spesso assieme per trattare stati infiammatori anche ortopedici.

Ora è giusto dire anche che il nostro organismo presenta delle difficoltà nell’ assorbire tali principi attivi, per questo motivo se volete ottenere i risultati sperati sarebbe bene secondo il mio punto di vista assumere le sostanze attraverso degli integratori che puntino sulla massima biodisponibilitá.

Scrivetemi pure per maggiori informazioni!

La bellezza viene da dentro!

Ci svegliamo la mattina e la maggior parte di noi dopo essersi lavata i denti procedono a compiere la solita skin-care quotidiana: latte detergente, tonico, siero e crema, altri si accontenteranno di mettere solo un buon strato di crema! Come andrebbe affrontato il trattamento della pelle al mattino e alla sera lo vedremo in un secondo articolo, perché gli errori sono molti e comuni, quello su cui ora invece vorrei portare alla vostra attenzione è il fatto che anche se eseguita nel migliore dei modi prendersi cura della pelle con soluzioni esterne non è sufficiente: è da dentro che parte la vera cura. Cibi sani, frutta e verdura aiutano sicuramente, ma non ditemi che non avete sentito parlare di manganese, zinco e rame.
Il manganese importante per la formazione dei tessuti connettivi ma non solo: svolge un ruolo fondamentale per la corretta funzionalità mentale, per la crescita ossea, per la formazione del collagene della pelle  e proteggere le cellule dall’azione dei radicali liberi.
Il rame  aumenta la produzione di elastina e la formazione del collagene, previene le rughe e il rilassamento cutaneo e agisce sul mantenimento di una pelle sana.
Lo zinco mantiene in salute ossa, capelli e tessuti connetivi.

Il mercato oggi presenta una quantità infinita di integratori, il costo non è sempre sinonimo di qualità. Io vi dico di puntare ad un integratore il più possibile naturale ma anche biodisponibile, ovvero un integratore che sia formulato in maniera tale da poter essere assorbito dal nostro corpo nella sua interezza.

Funghi medicinali, scopri i loro benefici e dove li puoi trovare!

Mai sentito parlare di shiitake, maitake, reishi, champignon e orecchione?
Sembrerebbe che includere questi funghi nella nostra dieta faccia davvero bene alla salute.

I funghi shiitake (Lentinula edodes) rafforzano il sistema immunitario e riducono le infiammazioni, sono molto indicati ad esempio per chi ha l’artrite, riducono il colesterolo e vengono consigliati alle persone che si ammalano frequentemente.

I funghi champignon (Agaricus bisporus) sono tra i più comuni, ecco le loro proprietà:

  1. Rafforzano il sistema immunitario e combatteno virus e batteri grazie.
  2. contribuiscono alla mineralizzazione delle ossa e dei denti così come a mantenere un livello normale di calcio nel sangue
  3. Riducono le infiammazioni
  4. gli enzimi contenuti in essi riescono a combattere alcune cellule cancerogene.
  5. Riducono i sintomi causati dalle allergie.
  6. Prevengono il diabete abbassando i livelli di insulina nel sangue.
  7. migliorano la digestione dei grassi e favoriscono l’espulsione delle tossine presenti nel nostro organsmo

I funghi reishi (Ganoderma lucidum) non sono commestibile al naturale, ma è possibile assumerli attraverso gli integratori.

Vantano delle seguenti proprietà:

  1. Aumentano le difese immunitarie.
  2. Forti antiossidanti naturali
  3. Riducono l’ipertensione arteriosa.
  4. Regolano i livelli di zucchero nel sangue.
  5. Proteggono la funzionalità epatica.
  6. Riducono le infiammazioni.
  7. Supportano il sistema articolare ed osseo
  8. Hanno un elevato potere antiossidante.
  9. Supportano la memoria.

I Maitake come lo shiitake e il reishi, anche il maitake rafforza le difese immunitarie e aumenta la longevità, migliora le funzioni del sistema respiratorio e di quello circolatorio.

Il fungo ostrica (Pleurotus ostreatus) ottimo per tenere sotto controllo il colesterolo, ha in forte potere antiossidante.

Domande? Scrivetemi pure…sarò felice di consigliarVi al meglio!