Archivi tag: Viaferrata

Via Ferrata Piazzetta

La difficile Ferrata Piazzetta al Piz Boè è una delle ferrate più conosciute delle Dolomiti e deve questa sua fama al magnifico contesto in cui è inserito e alle difficoltà che la accompagnano. La ferrata è estremamente difficile nel primo tratto per poi gradualmente ridurre il livello di difficoltà medio. L’escursione è impegnativa e copre un elevato dislivello.
Da percorrere se ben allenati e preparati a ferrate impegnative.

Bingo: Via Ferrata Toblin e Paterno

La panoramica Ferrata delle Scalette è una ferrata che si sviluppa lungo la parete nord ovest della Torre di Toblin nelle Dolomiti di Sesto. La ferrata è esposta e breve con alcuni passaggi impegnativi da non sottovalutare. L’itinerario di salita include una discesa per una successiva ferrata.

Il sentiero De Luca-Innerkofler, costruito durante la Prima guerra mondiale, è una delle vie attrezzate che salgono al Monte Paterno. Fu realizzato per costruire più in alto possibile delle postazioni per dominare la valle e per garantire l’approvvigionamento. La via ferrata si sviluppa per centinaia di metri all’interno della roccia.

Via ferrata Ziel (Parcines, Bolzano)

La via ferrata Ziel (o ferrata Rio di Tel), si trova non molto distante dalla famosa cascata di Parcines nella valle Zieltal e segue il fragoroso Zielbach/Rio di Tel conducendo al panoramico Gingglegg nel Parco Naturale Gruppo di Tessa a 1.891m.
Aperta a metà agosto 2020, è composta da 10 tratti di fune con uno spessore di corda di 12 mm, numerati progressivamente dall’alto verso il basso e contrassegnati da lamierini.
I perni di ancoraggio spessi 20 mm sono distanti solo 1 m in alcuni punti.
Lunga circa 530 metri le difficoltà si riscontrano principalmente nella parte centrale con alcuni passaggi moderatamente difficili e uno abbastanza difficile.

Parco storico delle fucine (Brescia)

Situato tra la Val Trompia e la Valle Sabbia, il Parco delle Fucine di Casto offre divertimento e spensieratezza per tutta la famiglia; un meraviglioso quadro pittoresco di natura, sport e relax: vie ferrate, pareti per arrampicate, percorsi da trekking, itinerari per mountain bike, ponti tibetani, un incredibile canyon prodotto dall’erosione della roccia, teleferiche e circuiti escursionistici si dispiegano lungo un percorso ad anello della lunghezza totale di 1.700 metri.
Nasce nel 2006 dal lavoro di tre ragazzi di Casto con la passione per la montagna che decidono di valorizzare i luoghi dove erano cresciuti e avevano giocato da bambini.

Il parco è facilmente raggiungibili in macchina percorrendo la strada che da Casto porta ad Alone. A disposizione un ampio parcheggio. Il noleggio delle attrezzature da arrampicata può essere effettuato in loco.

Sul Monte Gramolon per le via Ferrata Viali e Ferrari

Il sentiero ferrato inizia dalla quota 1275 del 221 della Scagina, e risale il roccioso canalone del Gramolon fino a sbucare nel tratto Francesco Milani del 202 di Arroccamento 1587 m (ore 1.00).La via ferrata prosegue nel secondo tiro, dedicato a Ezio Ferrari, verso Cima Gramolon 1814 (ore 1.50), raggiungibile anche proseguendo per il Sentiero Milani verso Passo della Scagina – Ristele.
Dalla Cima del Gramolon si scende verso Nord-Ovest fino nei pressi di Passo Ristele 1630m (ore 2.20), per poi collegarsi con il tracciato della mulattiera di arrocamento.

Ed ecco il nostro video

Via Ferrata Nasego

La ferrata è stata realizzata tra il 2010 e il 2011 da una decina di volontari, con la collaborazione del “Consorzio Forestale Nasego”, e del “Gruppo Ferrate Casto” all’interno di un programma di valorizzazione del territorio tra Valtrompia e Valsabbia.
Si snoda lungo il versante meridionale delle pareti rocciose della catena dolomitica soprastante l’abitato di Comero e per questo si presta per risalite in tutto l’arco dell’anno.
La lunghezza della corda in acciaio è circa 800 metri mentre lo sviluppo totale è di circa 1200 metri. La via si colloca tra le più belle e panoramiche di tutte le Alpi. La vista del lago di Garda e l’eccezionale esposizione al sole la renderà unica nel suo genere. Dalla vetta in circa 15 minuti si arriva al Rifugio Nasego dal quale si vede il punto di partenza da raggiungere attraverso i 3 sentieri possibili.

Il video della nostra esperienza

Ferrata: Via dell’Amicizia

Nata per iniziativa del gruppo rocciatori di Riva del Garda , la via ferrata dell’Amicizia con i suoi panorami da urlo risale le ripide pareti della Rocchetta a picco su Riva e termina a cima Sat, una delle tante vette del gruppo montuoso gardesano.
Inaugurata nel 1972, è una delle più frequentate dell’arco alpino e può essere percorsa in tutte le stagioni dell’anno. Offre uno stupendo panorama sul lago di Garda e sui monti circostanti. E’ detta anche “Via del Centenario Sat.

Il nostro video su you tube